Nuovo PAN, fine delle vendite on-line di agrofarmaci

Il Piano di Azione Nazionale per la riduzione degli agro farmaci è ormai nella sua fase conclusiva: infatti il documento, entrato in vigore nel 2014 prevedeva che al termine del primo periodo di cinque anni, ne fosse seguita una fase di analisi delle criticità ed una conseguente revisione per la sua applicazione nei cinque anni successivi. Il Comitato Tecnico Scientifico a ciò preposto ha già elaborato una prima bozza del nuovo piano consultabile all’indirizzo http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_1_1_1.jsp?lingua=italiano&menu=notizie&p=dalministero&id=3847

In tale prima ipotesi si possono intravvedere già alcune novità quali ad esempio:

  • l’introduzione di indicatori di tipo quantitativo per la misurazione dell’efficacia del PAN (assenti nel Piano precedente);
  • maggiore sinergia con la nuova PAC;
  • sovvenzioni specifiche per l’uso sostenibile dei fitofarmaci e l’aumento delle superfici con difesa integrata o agricoltura biologica;
  • misure specifiche per i trattamenti fitosanitari sui confini con altre proprietà;
  • revisione delle caratteristiche dei prodotti fitosanitari utilizzabili in aree extra agricole.

Una novità importante riguarda le vendite di prodotti fitosanitari on line, le quali non saranno più consentite se non nel pieno rispetto delle regole previste per le vendite da negozio. In pratica tale sistema di vendita sarà consentita solo per i prodotti PFnPE e PFnPO o, nel caso in cui riguardi gli operatori professionali, mediante patentino e relative comunicazioni SIAN.

Ricordiamo infine che a partire dal 2 maggio 2020 tutti i prodotti non classificati come prodotti da utilizzare esclusivamente per la difesa fitosanitaria di piante ornamentali («PFnPO») o prodotti per la difesa fitosanitaria di piante edibili («PFnPE») saranno a disposizione esclusivamente di utenti professionali in possesso del certificato di abilitazione all’acquisto e all’utilizzo dei prodotti fitosanitari («patentino»). Il problema, non ancora risolto, è che, stante la legislazione vigente, i disponibili per gli hobbisti saranno davvero pochi: solo 7 principi attivi sui 365.

 

 

 

 

Posted in News and tagged , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *