Nuovi obblighi per PEC, firma digitale e SPID

Il  Decreto Semplificazioni ha introdotto specifiche sanzioni a carico delle imprese che non risultano avere un indirizzo di posta elettronica attiva (PEC) alla data del 1° ottobre 2020. Il mancato adempimento a tale disposizione può comportare una sanzione che può arrivare sino a 1.548,00 euro per le ditte individuali e 2.064,00 euro per le società.

Teniamo a ricordare che dal primo ottobre tutte le pratiche presentate alla Camera di Commercio dalle società ed altri enti collettivi dovranno obbligatoriamente essere firmate digitalmente dal legale rappresentante (o, per le nomine/variazioni cariche sociali, dai rispettivi soggetti nominati). 

I legali rappresentanti e/o gli amministratori delle società iscritte al Registro Imprese devono quindi dotarsi di un dispositivo di firma digitale. E’ infatti eliminata la delega di firma all’intermediario (procura) per presentazione delle pratiche al Registro Imprese.

Inoltre dal primo ottobre anche l’ INPS non rilascerà più PIN come credenziali per l’accesso ai servizi dell’Istituto ma consentirà l’accesso ai servizi online esclusivamente tramite identità digitale (SPID).

Posted in News and tagged , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *