Decreto Cura Italia – Covid-19: prorogate alcune scadenze

Riteniamo utile chiarire alcuni aspetti del D.L. 18/2020, uscito nella Gazzetta Ufficiale numero 70 del 17/03/2020 riguardante le  misure per l’emergenza Covid-19: ci riferiamo in particolare ad alcune scadenze obbligatorie che sono state posticipate a date successive.

Per tutte le aziende che hanno un volume di affari inferiore a 2.000.000 di euro, il versamento delle imposte è stato posticipato.

Tutti i versamenti dei tributi che si sarebbero dovuti versare tra la data del 8 marzo 2020 a il 31 maggio 2020 sono stati infatti spostati entro il 31 maggio 2020.

Sono stati inoltre posticipati a tale data anche i contributi previdenziali dovuti dalle imprese.

I suddetti versamenti potranno essere versati in unica soluzione entro il 31 maggio 2020 oppure in cinque rate a partire dal mese di maggio.

Il punto 2 dell’articolo 103 del succitato decreto prevede inoltre che tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, in scadenza tra il 31 gennaio ed il 15 aprile 2020, conservino la loro validità fino al 15 giugno 2020.

Riteniamo pertanto che tale disposizione riguardi anche le autorizzazioni per l’acquisto dei prodotti fitosanitari, le revisioni obbligatorie delle botti irroratrici, le abilitazioni alla guida delle attrezzature complesse di cui all’ Accordo Stato Regioni del 2012, nonché quanto previsto dal Testo Unico per la Sicurezza 81/2008 in materia di corsi obbligatori.

Posted in News and tagged , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *